Meno burocrazia per le licenze di gioco d’azzardo

Da non credere, ma forse la burocrazia, almeno in qualche piccola occasione, verrà baypassata e si potranno richiedere una licenza remota utilizzando un servizio online disponibile tramite il sito web della commissione di gioco: sembra talmente strano da non credere! La Gambling Commission ha lanciato questa possibilità e crediamo che tanti operatori ne faranno senz’altro uso poiché l’iniziativa ha lo scopo di migliorare il servizio: i candidati possono navigare attraverso l’applicazione in un un modo che riflette il loro modello di attività e le condizioni finanziarie individuali. Potranno anche caricare le informazioni e la documentazione richiesta, le copie autentiche dei documenti di identità e di estratti conto bancari e questa è un’operazione che riduce il rischio di smarrimento di documenti originali tramite posta e sopratutto inutili ritardi nella consegna.

Questa domanda online include anche il Modulo d’affari multi-giurisdizionale che standardizza le informazioni generali e che garantisce le informazioni soggettive delle imprese in modo da garantire una maggiore severità sui requisiti e sopratutto garantisce la serietà delle imprese, avrà dei costi bassi per gli operatori e sarà più veloce. Il nuovo sistema è disponibile solo per coloro che hanno presentato domanda per una licenza remota o per licenze remote e non remote al tempo stesso, cioè non quelli che chiedono solo una licenza remota, ed ai quali non è stata concessa una licenza dalla Commissione. E’ un ulteriore sviluppo dei servizi online per gli operatori e si basa sull’introduzione di servizi elettronici relativi allo scorso anno, il 2013: è ancora un altro passo avanti.